• Cinque Terre

    Un Parco nazionale magnifico

    Cinque borghi marinari tutti da scoprire: Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola, Riomaggiore. Posti incantevoli che fanno parte della Riviera ligure e più precisamente del tratto della Riviera di levante in provincia di La Spezia, che per la loro ricchezza paesaggistica e culturale sono state inserite tra i patrimoni dell’Umanità dell’Unesco.

    Incastonate tra il mare Ligure e le colline, per i loro caratteristici terrazzamenti che degradano sulla costa, le Cinque Terre sono uno dei più affascinanti paesaggi d’ Italia. Popolati fin dai tempi più remoti, oggi i borghi costituiscono un Parco Nazionale e un’Area Marina Protetta: un vero paradiso per chi ama una vacanza sportiva a contatto con la natura. I borghi, poi, sono collegati tra loro attraverso sentieri da percorrere anche a piedi, per scoprire alcuni gioielli architettonici che raccontano la storia di questo territorio: dai santuari mariani ai resti dei castelli e delle fortificazioni murate, costruiti per contrastare la minaccia saracena, fino alle chiese nel tipico stile gotico-ligure.

    Viste dal mare, invece, le Cinque Terre mostrano un profilo frastagliato: baie, anfratti, scogli a picco sul mare, spiaggette isolate, si spiegano lungo le cinque miglia che costituisono la costa rocciosa racchiusa tra due promontori. Ottima anche la cucina ligure, dove la specialità resta il pesce fresco da gustare sorseggiando il vino locale, di eccellente qualità.

    Monterosso è il primo paese da scoprire, percorrendo il tratto di costa da ovest verso est, ovvero da Genova verso La Spezia: è il più grande ed è composto da due insediamenti, il borgo vecchio e Fegina, la parte più turistica scelta anche dal premio Nobel per la Letteratura Eugenio Montale. Diversi importanti monumenti la rendono particolarmente attrattiva, come la trecentesca chiesa di San Giovanni Battista, di fronte alla quale sorgeva il medievale Palazzo del Podestà, di cui restano alcune tracce.

    A seguire Vernazza, il cui nome deriva dalla "Gens Vulnetia", antica famiglia romana alla quale appartenevano gli schiavi che, una volta liberati, fondarono il paese. E’ caratterizzata da viuzze ripide e strettissime che scendono verso la strada principale confluendo in una piazzetta situata di fronte al porticciolo, dal quale ammirare le costruzioni difensive, come il Torrione e il castello dei Doria, che testimoniano l’importanza economica avuta nell’antichità e la protezione assicurata dai Genovesi contro i Saraceni e le invasioni barbariche.

    Corniglia, invece, è posizionata su un suggestivo promontorio a picco sul mare. Ha dunque le caratteristiche di un borgo rurale. Per arrivarci bisogna salire la famosa “Lardarina”, una lunga scalinata di mattoni, con 377 gradini.

    Continuando verso est, ecco Manarola, che si affaccia sulla costa con le tipiche case-torri, di stile genovese. Il monumento principale della frazione è la chiesa di San Lorenzo, la cui costruzione risale al 1338 ad opera degli abitanti di Manarola e di Volastra, come ricorda la lapide sulla facciata. Ma per i naviganti a segnalare la presenza sulla costa vi è una piramide bianca che spunta tra le case, ben visibile dal mare.

    Riomaggiore è l’ultimo borgo ad est delle Cinque Terre, dominata da un castello che ne caratterizza il centro storico. L'abitato si estende tra due vallate, separate dalla ripida costa di Campiòne (Canpiòn). Simbolo del borgo sono le tre cime del Monte Verugola, raffigurate nello stemma comunale.

    Servizi

    Pontile Ignazio Portovenere

    Nautica

    Apri pagina

    Eventi

    Loading
    LoadingCaricamento informazioni...