• Home Destinazioni Costiera Amalfitana

    Costiera Amalfitana

    Il tipico paesaggio Mediterraneo che risveglia i sensi.

    Sono sedici gli splendidi comuni che si affacciano sulla costa Amalfitana, la cui bellezza travolgente l’ha resa uno dei 50 siti italiani tutelati dall’Unesco e inseriti nella World Heritage List. Amalfi, Atrani, Cava de' Tirreni, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Raito, Ravello, Sant'Egidio del Monte Albino, Scala, Tramonti, Vietri sul Mare: un capolavoro della natura, dove si sposano storia e modernità, che caratterizzano in maniera differente ogni località

    L'intera area si estende per 11.231 ettari tra il Golfo di Napoli e il Golfo di Salerno: un balcone sospeso tra il mare blu cobalto e i Monti Lattari, ricco di luoghi suggestivi, calette e spiagge incontaminate. A dare il nome all’intera costa, metà ricercata per chi ama la vacanza in barca, è la cittadina di Amalfi, fondata nel IV secolo a.C. e antica Repubblica Marinara, che detenne per lungo tempo il monopolio del commercio nel Mar Tirreno, grazie alla sua marineria in grado di esportare i prodotti italiani (legno e ferro in particolare) nei mercati orientali, in cambio di spezie e profumi, tessuti e pietre preziose. Influenze orientali che si riflettono nell’architettura: le abitazioni infatti ricordano i suk, con gruppi di case abbarbicate sulle pendici scoscese, collegate da vicoli e scale.

    È proprio ad Amalfi che nacque e si sviluppò la caratteristica architettura arabo-siciliana,di cui il duomo di Sant’Andrea Apostolo è un perfetto esempio, e tra i monumenti più visitati della costiera. Nella costa si trova anche Vietri sul mare, considerato la culla della maiolica. Mentre restano ancora oggi tipici borghi marinari quelli di Cetara e Maiori, tra i centri balneari più frequentati per la loro spiaggia di sabbia fine.

    Un’ altra perla è il paese di Minori, definito l’Eden della Costiera per il clima ventilato e fresco, ed ancora Atrani, ben lontana dal turismo di massa, caratterizzata da una stupenda piazzetta sul mare. Sulla via che da Amalfi arriva al "paese dipinto" di Furore, si trova il grazioso borgo di Conca Dei Marini con le case a volta bianche di origine seicentesca. Caratterizzato dalla presenza di case bianche che degradano sulla costa è anche il paese di Positano, luogo di villeggiatura fin dall’epoca dell’impero romano, con le sue tipiche scalinate dove si affacciano le botteghe di prodotti artigianali. Qui diverse sono le mete estive: la Spiaggia Grande e quella di Fornillo, entrambe raggiungibili a piedi; La Porta, Arienzo e San Pietro Laurito, tutte accessibili principalmente via mare.

    Quattro infine sono i villaggi montani della Costiera amalfitana: Scala, Tramonti, Raito, conosciuto per le caratteristiche "scale", che sono l'unico mezzo con il quale si può girare in paese, e Ravello, uno dei più incantevoli della costiera per l’eleganza delle sue ville, immerse in lussureggianti giardini.

    Loading
    LoadingCaricamento informazioni...